Nei dintorni

Il comprensorio del Parco Nazionale della Majella offre numerosi spunti per visite turistiche  di carattere storico, culturale e naturalistico. Di seguito alcune delle località che è possibile raggiungere in breve tempo dall'Hotel Del Camerlengo.
nei dintorni 1

1. TOUR STORICO NATURALISTICO

Fara San Martino - Palombaro

Al Centro di Visita e Museo Naturalistico del Parco Nazionale della Majella, in piazza Municipio a Fara San Martino, è possibile avere informazioni su percorsi di visita turistici ed escursionistici. (tel. +39 0872 980970).
Partendo da località Colle Marino, a Fara, si raggiungono le "Gole di San Martino" forra naturale incisa all'imbocco dello spettacolare Vallone del paese. Appena dopo le Gole è possibile visitare il Monastero rupestre di San Martino, uno dei numerosi eremi disseminati lungo tutto il perimetro dell'area protetta. Tornado indietro si prosegue in direzione "Sorgenti" dove in località San Pietro è possibile ammirare lo spettacolo delle acque che scaturiscono direttamente dalle rocce, dando vita al Fiume Verde.
A Palombaro, in località Cantagufo – I Tornelli, lungo la via provinciale che da Fara San Martino conduce a Pennapiedimonte, si incontra un bivio e si prosegue a sinistra, lungo la strada montana che conduce all'imbocco dei sentieri. Si seguono le indicazioni turistiche per "Eremo Grotta Sant'Angelo"; alla fine della strada asfaltata si incontra un breve e facile sentiero di montagna, che vi aiuterà a raggiungere la "grotta". Qui sono presenti i resti di un abside, con altare in pietra, appartenenti alla Chiesa di Sant'Angelo e delle vasche scavate nella roccia, che invece testimoniano il culto pagano dedicato a Bona Dea.

2. TOUR NATURALISTICO

Fara San Martino - Lama Dei Peligni – Taranta Peligna - Palena

A Lama dei Peligni (Ch) si trova l'area faunistica del Camoscio appenninico, dove è possibile osservare numerosi esemplari del camoscio più bello del mondo. Potete effettuare una sosta al Centro del Parco Nazionale Majella che ospita il Giardino Botanico Michele Tenore, con 500 specie floristiche presenti nel territorio dell'area protetta. A Taranta Peligna, in Località "Acque Vive", è possibile ammirare le dannunziane sorgenti che si trovano in una rilassante area naturalistica interessata dalla presenza del Fiume Aventino. A Palena in località Sant'Antonio si trova l'interessante Museo dell'Orso Marsicano, da dove poi parte il sentiero che conduce lungo il percorso dell'Orso
nei dintorni 2
nei dintorni 3

3. LE GROTTE DEL CAVALLONE

Fara San Martino - Lama dei Peligni - Fara San Martino

Funivia il Cavallone tel. +39 0872 910203 . Da Fara San Martino, lungo la strada nazionale, subito dopo il centro abitato di Lama dei Peligni si arriva alla stazione di partenza della Funivia per le Grotte del Cavallone. Una funicolare conduce a circa 1500 mt. di quota, all'imbocco delle dannunziane grotte, descritte magistralmente dal vate Gabriele D'Annunzio nel libro "La figlia di Iorio".
Per la visita si consiglia un abbigliamento sportivo, poiché all'interno vi è una temperatura costante di 10° e l' umidità è intorno a 80/90%.

4. TOUR DELL'ARTIGIANATO E DEI PRODOTTI TIPICI

Fara San Martino - Guardiagrele – Rapino - Pretoro

Fara San Martino è uno dei maggiori centri mondiali di produzione di pasta alimentare, rinomata per la sua ottima qualità. A Guardiagrele è famosa per la fiorente produzione di ferro battuto, rame e filigrana d'oro. Tipico dolce sono "le sise delle monache" acquistabili lungo le pasticcerie localizzate lungo il Corso Roma. A Rapino è possibile visitare il Museo della Ceramica e acquistare preziosi manufatti presso le numerose botteghe artigiane disseminate nel centro storico. A Pretoro, ridente paesino ai piedi della Majella, è possibile acquistare delle tipiche produzioni di oggetti in legno. Qui la prima domenica di Maggio si svolge la Festa di S. Domenico, caratterizzata da una processione in cui la statua del Santo viene portata a spalla e seguita da un gruppo di gente con serpenti vivi attorno al collo.
nei dintorni 4
nei dintorni 5

5. TOUR DELL'ARTIGIANATO E DEI PRODOTTI TIPICI

Fara San Martino - Taranta Peligna – Palena – Pescocostanzo

A Lama dei Peligni è possibile acquistare "le sfogliatelle" lungo il Corso, all'interno di forni e pasticcerie. Proseguendo si raggiunge Taranta Peligna, paese caratterizzato da una secolare tradizione legata alla tessitura artigianale di coperte abruzzesi. Proseguendo lungo la strada si giunge a Palena, l'ultimo paese della Provincia di Chieti dove è possibile acquistare una ricca gamma di dolci tipici locali.
Da Palena sono necessari ancora 15 minuti per raggiungere Pescocostanzo, incantevole paese dove nel centro storico sembra che il tempo si sia fermato; la località è molto rinomata per la produzione di oggetti in oro, lavorati nelle numerose "botteghe orafe".

6. TOUR RELIGIOSO

Fara San Martino - Lanciano - S. Giovanni in Venere - Fara San Martino

Da Fara San Martino si parte alla volta di Lanciano, l'antica Anxanum, località famosa per il turismo religioso grazie alla presenza del "Miracolo Eucaristico". Il "Miracolo" racconta la trasformazione dell'ostia e del vino in carne e sangue di Cristo ed è testimoniato nella Chiesa di San Francesco. Città d'arte e di cultura, Lanciano è sede di importantissime Fiere Artigianali e dell'Agricoltura. Da Lanciano in soli quindici minuti raggiungiamo Fossacesia per visitare l'antica Abbazia di San Giovanni in Venere, posta sulla sommità di un promontorio sul mare.
nei dintorni 6
nei dintorni 7

7. TOUR STORICO CULTURALE

Fara San Martino - Guardiagrele - Chieti - Fara San Martino

Prendendo la strada che da Fara San Martino porta a Chieti, vi consigliamo la visita al centro storico di Guardiagrele, caratterizzato da vicoli, viuzze e botteghe artigianali; Guardiagrele città d'arte e di origini molto antiche, è paese rinomato per il fiorente artigianato del rame e del ferro battuto. Lungo Corso Roma è presente la Mostra permanente dell'Artigianato. Vi consigliamo di visitare il Complesso Monumentale di Santa Maria Maggiore.
A 30 minuti da Guardiagrele si trova Chieti, l'antica Teate, capoluogo della civiltà Marruccina e sede della nostra provincia. Al centro della bellissima Villa Comunale si trova il Museo Archeologico Nazionale d'Abruzzo che presenta diverse sale di particolare interesse. Qui è conservato il famoso "Guerriero di Capestrano" interessato da una singolare leggenda.

8. TOUR DEI DUE LAGHI E CASTELLO ROCCASCALEGNA

Fara San Martino - Lago S. Angelo - Lago di Bomba - Roccascalegna

Da Fara San Martino andando in direzione Casoli si raggiunge dopo pochi minuti la frazione Cipollaro, nei pressi di un vivaio si gira a destra per arrivare sulle sponde del Lago S. Angelo, un ampio bacino artificiale dove è possibile osservare una ricca fauna acquatica e la caratteristica vegetazione ripariale. Sulle sue sponde è presente una Torre medievale e il Centro Rafting e Idropeed dove è possibile praticare sport acquatici. Ritornando sulla strada statale si prosegue in direzione Casoli, che presenta un particolarissimo borgo costruito a chiocciola intorno al castello Ducale. Qui è possibile acquistare le "totare" dolce tipico casolano e oggetti in rame.
Il percorso prosegue in direzione di Bomba, lungo la superstrada Val di Sangro, dove vi consigliamo la visita in paese, in particolar modo al Museo delle Tradizioni Popolari. Proseguendo lungo la super strada si raggiunge il paese di Villa Santa Maria, famosa patria dei cuochi, dove vi consigliamo di visitare la Chiesa di San Francesco Caracciolo. Sulla via del ritorno vi consigliamo una sosta a Roccascalegna per la visita al Castello medioevale - localizzato su di una rupe - e il paese vecchio con la passeggiata sotto il castello.
nei dintorni 8