VIAGGIO in ABRUZZO, Turismo Sostenibile SCUOLE

Hotel del Camerlengo

Il Programma di Viaggi di Istruzione nel Parco Nazionale della Majella 
   SPECIALE SCUOLA

SCARICA IL PDF CON TUTTI I DETTAGLI



FARA SAN MARTINO
"di acqua e di pietra"

FARA S. MARTINO è considerata la "porta naturale" del Parco sul versante orientale della Majella. Situata a 450 mt. di quota ha come scenario l'omonimo vallone, che attraverso le Gole di S. Martino permette di raggiungere la cima di Monte Amaro a 2795 mt s.l.m. Per queste caratteristiche si offre per brevi escursioni naturalistiche alla portata di tutti. Nel corso delle attività si parlerà dell'area protetta, biodiversità, geologia e risorse idriche, biologia degli ambienti fluviali, arte e spiritualità. Diversi i momenti di esplorazione e scoperta lungo il sentiero che attraversa alcuni dei luoghi faresi di maggiore suggestione le Gole e il Monastero di S. Martino in Valle, il parco fluviale Sorgenti del Verde, il quartiere storico Terra Vecchia, il Museo Naturalistico sede del centro di educazione ambientale di interesse regionale. 


Escursione con visita guidata
- Gole San Martino
- Sito archeologico San Martino in Valle
- Parco fluviale Sorgenti del Verde. 

Escursione con visita guidata 
- Quartiere di Terra Vecchia
- Museo Naturalistico del Parco Majella con laboratorio.
- Gualchiera Orsatti (1810)

LAMA DEI PELIGNI
"Città delle Grotte del Cavallone"

Lama dei Peligni sorge ai piedi della Majella ed offre al visitatore un ampio sguardo sull'intera Valle dell'Aventino. Le sue origini sono molto remote. Il territorio fu abitato sin dalla preistoria, come testimoniato dal ritrovamento archeologico di un villaggio e di grotte con pitture rupestri di età neolitica (7000 – 5000 a.C.). Da visitare, il centro storico con la Chiesa di San Nicola e Clemente (sec. XVI) ed il suo porticato, il Monastero di Santa Maria della Misericordia (sec. XIV) fondato dal Beato Roberto da Salle discepolo di Celestino V, il Museo naturalistico archeologico, il Giardino botanico e la Banca del germoplasma, il Villaggio neolitico, l'area faunistica del Camoscio appenninico, la Grotta del Cavallone.

Escursione con visita guidata
- Area faunistica Camoscio appenninico PNM
- Sentiero botanico PNM
- Villaggio Neolitico 

Escursione con visita guidata 
- Giardino botanico PNM
- Banca del germoplasma
- Museo naturalistico archeologico PNM
- Centro storico

PALENA
"Terra di Santi e Orsi"

Palena, è un centro situato a quota 800 metri, nel punto d'incontro dei valichi della Forchetta e di Coccia, insediato lungo le sponde del fiume Aventino che sorge in località Capo di Fiume alle falde del Monte Porrara. È presente un importante giacimento fossilifero, i cui reperti sono conservati nel Museo Geopaleontologico Alto Aventino allestito nelle sale del Castello Ducale. Sulle pendici del Porrara si conserva l'Eremo della Madonna dell'Altare, primo rifugio di Celestino V. In località Sant'Antonio è visitabile il MOM– Museo dell'Orso Marsicano- che attraverso le sale espositive descrive le caratteristiche biologiche e le abitudini di vita del placido plantigrado, senza trascurare la mitologia e la storia, per concludersi con le problematiche relative al rischio di estinzione e ai progetti per la tutela e salvaguardia dell'Orso.

Escursione con visita guidata
- Area faunistica Orso bruno PNM
- Sorgenti dell'Aventino
- Geosito capo di fiume

Escursione con visita guidata 
- Museo orso marsicano PNM
- Sentiero dell'Orso
- Centro storico

Opzione scuole superiori 
Escursione con visita guidata
- Sentiero Eremo Madonna dell'Altare 
- Grotta di San Celestino V 

GUARDIAGRELE
"nobile città di pietra"

Immortalata per sempre nel "Trionfo della morte" di Gabriele D'Annunzio, Guardiagrele è uno dei borghi più belli d'Italia.
Adagiata su una dorsale dall'ampio orizzonte ai piedi della Majella, conserva un ricco patrimonio artistico all'interno dell'antico abitato, nel quale è riconoscibile il tracciato delle vecchie mura oggi inglobate in edifici civili. Notevole e di facile fruizione è il patrimonio naturalistico con numerosi sentieri che partono da località Bocca di Valle. Ancora oggi in paese  si possono ammirare le botteghe degli artigiani, eredi delle gloriose tradizioni secolari della lavorazione del ferro battuto e del rame.  Escursione con visita guidata
- Complesso monumentale di Santa Maria Maggiore e San Francesco.
- Monumenti principali
- Botteghe artigiane


SULMONA
"La Città dei Confetti e l'altopiano delle cinque miglia"

L'Altopiano delle Cinque Miglia è una delle vie più belle d'Abruzzo, dalle elevate valenze climatiche e turistiche. Questo storico passaggio era la "Via degli Abruzzi" o "Regia Strada degli Abruzzi", la grande arteria viaria medievale che collegava Firenze a Napoli e che fu poi l'asse fondamentale dei commerci e dei transiti per tutto il periodo angioino.
La Via permette di raggiungere facilmente Sulmona, cittadina famosa per la produzione dei confetti, che vanta una storia millenaria: le diverse epoche storiche e le popolazioni l'hanno arricchita di reperti archeologici, monumenti, chiese, palazzi, fontane, strutture architettoniche che rendono il centro storico molto interessante e con scenografici scorci urbani.
Escursione con visita guidata
- Da Porta Napoli alla Cattedrale di San Panfilo attraverso i suoi luoghi e monumenti più importanti
- Monumenti principali
- Museo e Fabbrica Pelino

PESCOCOSTANZO
Pescocostanzo è situato a 1300 metri di quota, nella zona degli Altipiani Maggiori d'Abruzzo. Importante è il suo aspetto storico-artistico che ha fatto del paese un centro d'arte sugli Appennini. Numerose le botteghe artigiane dedite alle produzioni orafe e storica la lavorazione del merletto a tombolo, oggi insegnata nella scuola, unica in Abruzzo, creata appositamente per non perdere questa tradizionale attività pescolana. Inoltre, non manca l'aspetto prettamente naturalistico che offre il Bosco di S. Antonio, faggeta secolare, selva magica che incanta il visitatore attento.

Escursione con visita guidata
- Santa Maria del Colle 
- Case pescolane
- Il Peschio
- Convento di Maria e Gesù
- Monumenti principali

Escursione con visita guidata 
- Bosco di Sant'Antonio
- Attività didattica 

ROCCASCALEGNA e ALTINO
"torri, castelli e contrafforti"

Roccascalegna è un caratteristico centro posto sulla Valle Rio Secco, tra la Majella e la Valle del Sangro. L'abitato è dominato da un imponente rupe, sulla quale si trova il complesso fortificato del Castello medievale, costruito in maniera perfettamente integrata con la natura impervia del sito. Sul versante meridionale della rocca sorge l'antico borgo medievale, un tempo cinto da mura, caratterizzato da piccole case edificate in base alla morfologia del luogo. Fuori dal centro abitato sorge la bellissima Chiesa di San Pancrazio, fondata su di un area dove era presente un antica abbazia benedettina. Particolare è lo strato esterno della chiesa, poiché realizzato con una pietra rossastra, sulla cui facciata spicca un bel portale con stipiti decorati.
Il Comune di Roccascalegna dal 2006 è Bandiera Arancione dal Touring Club Italiano per la qualità dei servizi turistici.
IL Comune di Altino, lungo la strada per Roccascalegna, ospita un interessante Museo dedicato alla specialità gastronomica locale: il peperone rosso di Altino, presidio slow food.
Escursione con visita guidata
- borgo medievale
- Castello Roccascalegna
- Museo peperone dolce Altino
- Monumenti principali
 

LANCIANO
"L'ABBAZIA DI SAN GIOVANNI IN VENERE"
"LA COSTA DEI TRABOCCHI"

La cittadina di Lanciano è famosa principalmente per la presenza del primo  Miracolo Eucaristico riconosciuto dalla Chiesa cattolica, ma non bisogna tralasciare tutti gli altri aspetti interessantissimi di questa ridente località collocata tra la Majella e il mare:
la sua storia millenaria, le sue importanti opere architettoniche, tra le quali la magnifica Basilica di Santa Maria Maggiore inserita nell'elenco dei monumenti nazionali più belli di Italia, la sua vocazione commerciale che l'ha resa famosa nel mondo e le sue antiche tradizioni, tutt'ora vive.
Non molto distante da Lanciano, nel Comune di Fossacesia a ridosso del Mare Adriatico sorge l'Abbazia di San Giovanni in Venere vero e proprio gioiello di architettura e storia abruzzese. Da qui il passo è breve per la Costa dei Trabocchi, antiche macchine di pesca dei contadini pescatori locali, definiti da Gabriele D'Annunzio "ragni colossali".
Escursione con visita guidata
- Lanciano città e
Monumenti principali
- Abbazia di San Giovanni in Venere
- Costa dei Trabocchi e Trabocco Didattico Punta Tufano

 

Ultimo aggiornamento: